Sistema di monitoraggio del diabete tra i presìdi convenzionati

Sistema di monitoraggio del diabete tra i presìdi convenzionati
Proposta del consigliere regionale oristanese Antonio Solinas

I nuovi sistemi di monitoraggio flash del diabete devono essere inseriti tra i presidi del Sistema sanitario nazionale e dunque rimborsabili per gli utenti. La proposta arriva dal consigliere regionale oristanese del Pd Antonio Solinas che ha presentato un’interrogazione al presidente della giunta regionale Francesco Pigliaru e all’assessore regionale alla sanità Luigi Arru.

Antonio Solinas

“Il sistema di monitoraggio flash della glicemia (Flash Glucose Monitor) viene già utilizzato, distribuito gratuitamente a tutti i pazienti in 12 regioni italiane e nelle PP.AA. di Trento e Bolzano”, spiega il consigliere Solinas. “Col sistema di monitoraggio flash della glicemia, la combinazione di un nuovo sistema di monitoraggio della glicemia assieme ad un miglior utilizzo di un metodo educativo come il conteggio dei carboidrati, può determinare effetti positivi sul controllo glicometabolico dei pazienti”.

“L’introduzione del Free Style libre”, prosegue Antonio Solinas, “non comporta aggravio dei costi per il Servizio sanitario poiché lo strumento è già allo stato attuale assolutamente sovrapponibile al costo delle strisce rimborsati dallo stesso Servizio sanitario nazionale.

l diabete mellito ad oggi colpisce in Sardegna circa 150.000 persone a fronte dei 90.000 del 2010, di cui circa 10.000 persone affette da diabete di tipo 1. La Sardegna è infatti, con circa 60 nuovi casi ogni 100.000 abitanti, il secondo territorio al mondo con l’incidenza più alta della malattia dopo la Finlandia.

Mercoledì, 27 settembre 2017