Nel luglio 2005, dopo i corsi di Educazione sanitaria tenuti in sede dal dr. Gigante con la collaborazione del personale del poliambulatorio di Orosei, si è deciso di tradurre in pratica i consigli inerenti l’attività fisica organizzando un gita al monte Tuttavista, alla quale hanno partecipato indistintamente diabetici, personale infermieristico e medici. Si è avuto modo di testare  sul campo le reali difficoltà di un’attività fisica,  particolarmente impegnativa in  questo caso, valutando in modo diretto gli effetti di una fatica intensa quale quella necessaria per una forte salita di circa 7 km. e applicando praticamente i consigli teorici appresi durante le lezioni.  Una bella giornata trascorsa in allegria che ha funzionato da stimolo nei momenti in cui la stanchezza di molti cominciava a farsi sentire a causa della ripida salita che sembrava non avere mai fine. Il tutto ripagato all’arrivo dalla suggestiva bellezza dei luoghi e dei panorami che vi si possono ammirare. Dopo i controlli di rito, un buon pranzo in atmosfera festosa ha chiuso la mattinata predisponendo l’umore al meglio per affrontare il rientro. La cosa più importante di questi momenti rimane comunque lo scambio di notizie, di esperienze, il sentirsi capiti da persone che vivono la stessa situazione e che spesso parlando con gli altri hanno difficoltà ad essere capiti a causa della grande disinformazione che circonda il problema e dai tantissimi pregiudizi che ancora esistono nonostante di diabete si parli sempre più e il problema goda di una grande attenzione anche a causa della crescita esponenziale del numero di persone colpite. Fatto non trascurabile e portatore di benefico effetto è senz’altro quello di partecipare a queste esperienze con la presenza costante del medico che affronta in diretta ed insieme al diabetico le stesse difficoltà. Il medico che dà il necessario senso di sicurezza per affrontare un’esperienza impegnativa e non certo quotidiana e che allo stesso tempo vive in diretta le incertezze, i problemi delle persone alle quali normalmente impartisce consigli e indicazioni sulla terapia in ambulatorio.  La giornata odierna è stata particolarmente importante anche per l’associazione che è riuscita ad organizzare un’attività particolarmente piacevole ed allo stesso tempo istruttiva che rientra appieno negli scopi statutari, soddisfacendo l’adempimento dell’educazione sanitaria sul campo e la comunicazione tra i diabetici. L’impegno è quello di continuare su questo fronte.

Antonio Farris