Lino e il diabete

Ieri 21 dic. 2013 dalle 11.30 alle 13.00, presso l’aula di didattica del nuovo ospedale di Olbia Giovanni Paolo II, in un incontro alla presenza della diabetologa pediatra dott.ssa Gavina Piredda, del presidente dell’associazione Diabetici Gallura Onlus Paolo Contini, il presidente dell’AGDIA Onlus Nuoro Antonio Farris ha donato per conto di AGD Italia, della quale é rappresentante per la Sardegna, 10 esemplari dell’orsetto Lino insieme al libro “Lino e il Diabete” a dieci bambini ai quali recentemente è stato diagnosticato il diabete. Il libro con l’orsetto fanno parte di un progetto ideato e finanziato da AGD Italia per offrire un supporto ai bambini e alle famiglie ne difficile momento dell’esordio del diabete. Il regalo è stato molto gradito dai bambini e dai genitori che nell’incontro hanno avuto l’opportunità di affrontare alcuni dei tanti temi che riguardano la vasta problematica del diabete dei minori, con particolare attenzione ali problemi legati alla scuola. L’impegno conclusivo dell’incontro è stato quello di una maggiore collaborazione fra associazioni per il futuro, con particolare impegno da dedicare all’applicazione del Piano Nazionale del Diabete.

Serata Musicale “Pro AGDIA Onlus Nuoro”

Nella serata di venerdì 18 Marzo si è tenuta una serata musicale a favore della
nostra associazione. Grazie alla sensibilità e disponibilità di due giovani donne:

Giovanna Ungaro
             Antonella Chessa,
alle quali va tutta la nostra gratitudine,
e per la generosità dei musicisti di chiara fama e altissima professionalità
che hanno partecipato alla serata. Ringraziamo organizzatrici e aertisti  per aver
portato avanti un’idea che tanto ci gratifica.La serata si è svolta nei locali del
“Cinema Teatro Pitagora” di Orosei e vi hanno partecipato numerosissime persone.

Giornata Mondiale 2010

Grande successo di partecipazione ha ottenuto la Giornata Mondiale del diabete organizzata a Lollove, frazione di Nuoro  dove si svolgeva la manifestazione delle “Cortes Apertas” che ha richiamato numerosissimi visitatori, moltissimi dei quali hanno partecipato allo screening sul diabete organizzato dalla Diabetologia di Nuoro, diretta dalla dottoressa Anna M. Cicalò con la partecipazione di tutti i medici del Centro e del personale infermieristico al completo. Alle attività della GM, durante la quale sono stati compilati 151 questionari ed eseguiti  lo stesso numero di prelievi,  ha partecipato anche la nostra associazione. Il tutto si è svolto all’interno di una cornice paesaggistica dal genuino sapore rurale che ha reso la giornata molto piacevole, oltre che interessante per l’importanza del messaggio di sensibilizzazione alla prevenzione che ogni anno in questa occasione si occupa di trasmettere.  Aeffe
Alcuni momenti della Giornata

 

 

Screening Scuole Medie Orosei 2007

OROSEI
Prelievi di sangue nelle scuole per prevenire i casi di diabete
Il diabete è una patologia che vede la Sardegna al primo posto in Italia e fra le prime in Europa. La prevenzione del male, in provincia, vede in prima linea l’Agdia di Nuoro, un’associazione onlus per il diabete infantile, che in paese, grazie a lavoro di alcuni volontari, sta ottenendo ottimi risultati. In questo contesto la scuola media “Muggianu” ha organizzato per sabato prossimo nell’auditorium interno, un convegno-dibattito sul diabete.
La scaletta prevede, a partire dalle 8,30, un prelievo (facoltativo, su richiesta scritta) di una goccia di sangue ai ragazzi che si offriranno volontari. Alle 10,30 il dibattito vedrà come ospite il dottor
Marco Songini, direttore del Centro Diabetologia dell’ospedale Brotzu di Cagliari che parlerà del diabete in una relazione intitolata “Conoscere per individuare”. Alle 12,30 Songini incontrerà i docenti dell’istituto per un’informazione generale su questa malattia e su come effettuare la prima prevenzione. I risultati dei prelievi, che saranno ovviamente tenuti riservati, consentiranno di individuare eventuali soggetti a rischio non ancora conosciuti. E questo è importante in quanto consente al personale scolastico, appositamente preparato, di sapere quale atteggiamento tenere nei confronti dei soggetti portatori di diabete in caso di crisi ipo-
glicemica.
I prelievi disangue saranno effettuati dalla Asl 3, che utilizzerà il personale del centro poliambulatoriale di Orosei. Ha collaborato per la buona riuscita del convegno l’Agdia, che in paese sta effettuando un’opera di sensibilizzazione affinchè la malattìa del diabete sia individuata precocemente nella totalità dei casi. E lo scopo del congresso di sabato è soprattutto quello di far emergere nella sua reale dimensione il problema di questa malattia che in alcuni casi viene ancora nascosta dalle famiglie che così non favoriscono di certo il congiunto impedendo, in caso di malore, di poter capire subito le motivazioni.
MARCO CAMEDDA

Gita a piedi al monte Tuttavista

Nel luglio 2005, dopo i corsi di Educazione sanitaria tenuti in sede dal dr. Gigante con la collaborazione del personale del poliambulatorio di Orosei, si è deciso di tradurre in pratica i consigli inerenti l’attività fisica organizzando un gita al monte Tuttavista, alla quale hanno partecipato indistintamente diabetici, personale infermieristico e medici. Si è avuto modo di testare  sul campo le reali difficoltà di un’attività fisica,  particolarmente impegnativa in  questo caso, valutando in modo diretto gli effetti di una fatica intensa quale quella necessaria per una forte salita di circa 7 km. e applicando praticamente i consigli teorici appresi durante le lezioni.  Una bella giornata trascorsa in allegria che ha funzionato da stimolo nei momenti in cui la stanchezza di molti cominciava a farsi sentire a causa della ripida salita che sembrava non avere mai fine. Il tutto ripagato all’arrivo dalla suggestiva bellezza dei luoghi e dei panorami che vi si possono ammirare. Dopo i controlli di rito, un buon pranzo in atmosfera festosa ha chiuso la mattinata predisponendo l’umore al meglio per affrontare il rientro. La cosa più importante di questi momenti rimane comunque lo scambio di notizie, di esperienze, il sentirsi capiti da persone che vivono la stessa situazione e che spesso parlando con gli altri hanno difficoltà ad essere capiti a causa della grande disinformazione che circonda il problema e dai tantissimi pregiudizi che ancora esistono nonostante di diabete si parli sempre più e il problema goda di una grande attenzione anche a causa della crescita esponenziale del numero di persone colpite. Fatto non trascurabile e portatore di benefico effetto è senz’altro quello di partecipare a queste esperienze con la presenza costante del medico che affronta in diretta ed insieme al diabetico le stesse difficoltà. Il medico che dà il necessario senso di sicurezza per affrontare un’esperienza impegnativa e non certo quotidiana e che allo stesso tempo vive in diretta le incertezze, i problemi delle persone alle quali normalmente impartisce consigli e indicazioni sulla terapia in ambulatorio.  La giornata odierna è stata particolarmente importante anche per l’associazione che è riuscita ad organizzare un’attività particolarmente piacevole ed allo stesso tempo istruttiva che rientra appieno negli scopi statutari, soddisfacendo l’adempimento dell’educazione sanitaria sul campo e la comunicazione tra i diabetici. L’impegno è quello di continuare su questo fronte.

Antonio Farris