Documento sull’Inserimento del Bambino con Diabete nella Scuola

Documento sull’Inserimento del Bambino con Diabete nella Scuola

In un incontro organizzato dalla nostra associzione il 2 aprlile 2013 presso la Scuola media di Orosei, con la presenza dell’assessore alla salute della RAS, dr. Luigi Arru e come relatori del prof. Maurizio Vanelli dell’Università di Parma e della dottoressa Paola Pisanti, presidente della Commissione Diabete del Ministero della Salute, è stato illustrato il “Documento strategico di intervento integrato per l’inserimento del bambino, adolescente e giovane con Diabete in contesti Scolastici,
Educativi, Formativi al fine di tutelarne il diritto alla cura, alla salute, all’istruzione e alla migliore qualità di vita”.Il documento, frutto di uno studio multidisciplinare organizzato e finanziato da AGD Italia, contiene le linee guida utili per favorire l’inserimento del bambino con diabete nella Scuola. Tantissimi, anzi troppi, sono stati gli episodi di discriminazione e in qualche caso addirittura di intolleranza verificatisi in varie Scuole italiane, tanto da rendere necessario un intervento che finalmente tentasse di porre fine a tali comportamenti con principi e indicazioni chiare per il personale scolastico,  per le famiglie, pediatri di libera scelta e diabetologi pediatri.

Il documento, adottato ad oggi dalla quasi totalità delle regioni italiane, in ben 9 regioni ha già trovato applicazione pratica sotto forma di protocollo d’intesa o di delibera che sanciscono l’applicazione degli accordi fra tutti gli attori coinvolti nella gestione del problema. In chiusura dell’evento é stato consegnato direttamente nelle mani dell’assessore con la richiesta di adottare nel più breve tempo possibile gli strumenti più adatti e utili a ridare dignità ai tantissimi bambini sardi colpiti dal diabete.

 

Alimentazione, Salute, Diabete…Scuola Marzo-Maggio 2009

Il progetto ” Alimentazione, Salute, Diabete… Scuola”, articolato in tre incontri ha visto protagonisti in qualità di docenti, il Dr. Marco Songini, Diabetologo; la Dott.ssa Rita Trupia, Dietista; il Prof. Marcello Serra, docente attività motoria e tutti gli alunni delle Scuole Medie di Orosei ai quali era rivolto.
Il progetto,  ideato dall’AGDIA e finanziato dall’Assessorato ai Servizi Sociali del Comune di Orosei è stato  sposato dalla Scuola Media di Orosei, la cui collaborazione è stata indispensabile per la realizzazione dello stesso.
Il progetto ha lo scopo di illustrare alla totalità degli alunni i concetti basilari di una sana e giusta alimentazione, l’importanza dell’attività fisica e di far comprendere con una informazione semplice e corretta, quali sono i problemi che affrontano i ragazzi con diabete che frequentano la stessa scuola nella gestione quotidiana del loro diabete.
Altro scopo importante degli incontri è quello, come spiegato dal presidente dell’AGDIA Antonio Farris, di far si che la giusta informazione rivolta ai ragazzi dai relatori e, per la parte di competenza dall’associazione, contribuisca a dissolvere i pregiudizi che purtroppo circondano ancora il diabete e che nel tempo hanno creato attorno ad esso un muro, fatto di errate convinzioni causate da false o inesatte informazioni legate ad una concezione del diabete molto datata e non rispondenti alle attuali conoscenze della diabetologia, duro da abbattere.
Questo rappresenta spesso, per i nostri giovani diabetici  un  grosso problema che rende difficile per loro l’inserimento nel mondo del lavoro, dello sport e nella vita sociale in generale.
L’aspettativa è che con questi incontri si riesca finalmente a formare una più piena consapevolezza Gli incontri sono iniziati con il Dr. Songini, che ha curato la parte generale del progetto, illustrando le informazioni generali sull’alimentazione e sul diabete soprattutto infantile e giovanile, fornendo notizie utili per la gestione del diabete a scuola.
Per coinvolgerli al massimo, il presidente ha proposto la realizzazione di un elaborato sul tema da parte dei ragazzi, che hanno accolto con piacere l’iniziativa e tre di essi ritenuti i più interessanti sono stati premiati con un piccolo regalo dall’associazione.
Ragazzi e docenti hanno partecipato in modo attivo alla realizzazione degli incontri, la massima partecipazione si è avuta per lo screening, realizzato con la partecipazione del personale della diabetologia del poliambulatorio ASL 3 di Orosei e grazie alla collaborazione dell’azienda Lifescan, al quale hanno partecipato oltre 250 ragazzi e vari docenti.
Molto piacevole per i ragazzi è stato il “laboratorio del gusto” nel quale la dott.ssa Trupia li ha coinvolti con l’assaggio ad occhi bendati di vari alimenti, invitandoli a riconoscerli dal sapore, facendo così capire loro quanto siano importanti per l’alimentazione oltre al gusto, la vista, l’olfatto e  il tatto. Per orientare l’intervento sull’alimentazione e stabilire le abitudini alimentari e le loro conoscenze  in merito, tramite la scuola sono state somministrate delle schede che i ragazzi in tempi e giorni diversi hanno provveduto a compilare indicando gli alimenti e le quantità consumate abitualmente. In base a queste preventive informazioni è stato improntato l’intervento della dott.ssa. Quali le aspettative da questo tipo di intervento? Quella più fondata è improntata sugli alunni delle prime, sui risultati dei quali nel triennio si dovrebbe valutare il reale beneficio ottenuto con l’informazione impartita.
Con grande interesse e coinvolgimento è stato seguito dai ragazzi l’incontro in palestra con il prof. Marcello Serra e questo, trattandosi di sport e di argomento più leggero  non desta certamente grande sorpresa.
All’incontro di chiusura hanno partecipato, oltre a tutti i relatori, il direttore sanitario dell’ASLNuoro DR. Roberto Atzeni e il direttore di Distretto Dott. Pietro Trutzu, che hanno apprezzato l’iniziativa per la quale hanno espresso parole di elogio e di incoraggiamento per le attività future.
L’attesa a questo punto è mirata al proseguo delle attività che dovrebbero avere seguito, mezzi permettendo, per altri due anni.

Disegni dei ragazzi

Siniscola convegno sul diabete

Diabete, tutti a lezione da medici ed esperti

La Nuova Sardegna – 28 dicembre 2007   pagina 08   sezione: NUORO

SINISCOLA. Il pubblico non ha lesinato attenzione, ascoltando in silenzio religioso le relazioni degli esperti prima di tempestarli di ogni tipo di domande. Segno, questo, che il convegno sul diabete ospitato nei giorni scorsi nell’Istituto «Oggiano» è stato davvero un grande successo.  Organizzato dalla associazione onlus AGDIA Onlus Nuoro in collaborazione con il distretto di Siniscola della Asl coordinato da Pietro Truzzu, l’evento ha infatti radunato un parterre di luminari abilissimi nel fornire le proiezioni di una malattia in ascesa e nello spiegare i vari modi per combatterla.  I lavori sono stati aperti dal presidente dell’AGDIA, Antonio Farris, che da anni si batte come un leone per diffondere la corretta conoscenza della malattia che solo in Sardegna, una delle zone più colpite al mondo, interessa centinaia di persone.  Alla conferenza ha preso parte Peppino Capelli, direttore sanitario della Asl numero 3, che dopo aver annunciato l’acquisto di una nuova apparecchiatura per l’angiografia ha ribadito come la Asl sia in continuo movimento e in attesa «delle linee guida della commissione regionale sulla diabetologia per porre in atto interventi migliorativi».  Sul palco è salito anche Marco Songini, che ha illustrato con tanto di numeri la grave situazione della Sardegna, dove soprattutto il diabete di tipo 1 nel bambino ha un’incidenza di 40 casi ogni centomila abitanti, contro i 6 ad esempio della Lombardia.  Hanno preso parola al convegno anche i dottori Gigante e Frongia, tosti nel ribadire l’importanza della diagnosi precoce e nell’osservanza di uno stile di vita corretto per scongiurare parecchi dei mali (e quindi diabete incluso) che soffocano la società moderna.  In conclusione ha preso parola la ricercatrice italiana Mara Lorenzi, da oltre 30 anni al lavoro a Boston.  L’oftalmologa si è soffermata in modo particolare sulle complicanze agli occhi, definendole sempre più risolvibili. (s.m.)

Siniscola Conoscere il diabete per … 15 Dic. 2007

Conferenza a Siniscola, «Il diabete, conoscerlo per viverlo meglio»

La Nuova Sardegna — 14 dicembre 2007   pagina 07   sezione: NUORO

SINISCOLA. Le tematiche relative al diabete tornano domani alle 15.30 in una conferenza all’Itc “Oggiano” di Siniscola. Organizza l’Adig di Nuoro (associazione diabete infantile giovanile adulto) in collaborazione con l’Asl di Nuoro e il distretto sanitario di Siniscola. Titolo dell’incontro sarà “Il diabete: conoscerlo per viverlo meglio”. I lavori saranno aperti da Antonio Farris dell’Agdia Onlus Nuoro, al quale seguiranno i saluti delle autorità e del direttore sanitario della Asl di Nuoro, Peppino Capelli. Quindi sarà la volta di Marco Songini del centro diabetologico dell’azienda ospedaliera Brotzu di Cagliari, Alfonso Gigante del servizio diabetologia della Asl 3 e Paola Frongia, pediatra diabetologa del centro regionale diabetologico del Brotzu. Chiuderà l’evento Mara Lorenzi, esperta in oftalmologia all’Havard medical school di Boston. L’iniziativa si inserisce nel programma di sensibilizzazione e di informazione sul diabete che l’Adig svolge da anni in collaborazione con le strutture ospedaliere nazionali ed estere specializzate nella patologia. Il convegno di domani, è stato reso possibile grazie alla collaborazione del Comune di Siniscola, dalla Asl di Nuoro, e dal SaSol Point di Sardegna Solidale di Orosei. (s.m.)

Orosei Scuola Media 14 mar 2007

Orosei, un convegno a scuola sulla prevenzione del diabete

La Nuova Sardegna – 14 marzo 2007   pagina 07   sezione:    NUORO

OROSEI. È uno di quei primati di cui si farebbe e volentieri a meno. La Sardegna lo condivide con i paesi scandinavi. Stiamo parlando del diabete, in tutte le sue forme: infantile, giovanile e adulto. Una malattia che con questi numeri travalica l’aspetto prettamente patologico per diventare problema sociale di prioritaria emergenza.  Oltre al lavoro di ricerca e di assistenza svolto da tutti i comprensori sanitari isolani, grosso merito dei successi raggiunti in questo campo va agli enti pubblici ed alle numerose associazioni onlus che per questa causa lavorano indefessamente da anni. Tra queste la scuola, ed in questo quella media G.A. Muggianu di Orosei, e l’Agdia, l’associazione onlus di Nuoro per il diabete infantile giovanile e adulto che per sabato prossimo 17 marzo promuovono nella una giornata dal titolo esemplificativo “Scuola e diabete”.  La giornata, alla quale parteciperà attivamente anche l’Asl 3, con il personale del poliambulatorio di Orosei, vivrà di due momenti distinti rivolti uno ai giovani studenti e l’altro, che sviscererà alcuni aspetti della patologia, riservato a tutto il personale docente e non, compresi i genitori interessati, della scuola stessa. L’appuntamento con gli studenti è per le 10.30 presso l’auditorium della scuola oroseina (foto) dove il dottor Marco Songini, direttore del Centro diabetologico dell’ospedale Brotzu di Cagliari, terrà una relazione dal titolo “Conoscere per individuare”.  A margine dell’incontro per tutti gli studenti sarà possibile effettuare un test gratuito per controllare il livello di glicemia che è il principale marcatore del diabete. Verso le 12.30 poi, il dottor Songini si soffermerà con il personale scolastico per una lezione scientifica.